Vigneti

vigneti

Vigneti

La cantina e le vigne di Oltretorrente si trovano a Paderna, nella suggestiva zona delle colline tortonesi. Le vigne si estendono su quattro ettari, suddivisi in 6 parcelle e ben 13 ambienti diversi. Qui proteggiamo e manteniamo in vita vecchi vigneti piantati fino a un secolo fa (l’età delle vigne varia tra 15 e 100 anni), per produrre vini che possano incarnare tutta la storia e la biodiversità che si portano dietro. Le vigne sono esposte a Nord e a Sud, a un’altezza di circa 300 metri.

Il nostro obiettivo è trovare un equilibrio tra il mantenimento della tradizione che i vecchi contadini ci hanno lasciato in eredità (per esempio le vasche in cemento), e la produzione di vini di qualità, da vigna vecchia e con un approccio biologico, che è secondo noi il miglior modo per esprimere la storia, il suolo e l’identità di quest’area. Abbiamo deciso di raccogliere separatamente ogni cru, per preservare le caratteristiche dei diversi ambienti con fermentazioni, macerazioni e affinamenti che non sono standardizzati per varietà e non sono uguali ogni anno.

Le vigne vecchie necessitano di più lavoro durante la potatura per correggerne il sistema di allevamento in modo da promuovere la longevità al posto della produttività, i pali si rompono e vanno sostituiti, infine ovviamente le rese sono inferiori. Ma niente più dei genotipi originali della zona (invece dei cloni acquistati in vivaio) può dare un’autentica espressione del terroir, con vini unici e non riproducibili altrove. Il regolamento della nostra DOC prevede produzioni da doppie a triple rispetto a quelle che scegliamo di avere noi dai nostri vigneti (da 30 a 60 quintali/ettaro invece di 120).

Da quando abbiamo iniziato la nostra attività abbiamo sempre lavorato per il recupero della naturale fertilità dei suoli, che erano stati lavorati e quindi tenuti nudi per molti anni. Quest’anno faremo analisi chimico-fisiche delle nostre dieci sottozone per diversificare le essenze erbacee a seconda delle esigenze e delle peculiarità di ciascuna vigna. Per il momento il sovescio è effettuato con favino, veccia e lupino. Il sottofila è sfalciato a mano. La certificazione biologica ci permetterebbe un maggiore utilizzo di rame metallo di quello che facciamo, ma cerchiamo di limitarne l’uso di anno in anno per avvicinarci all’agricoltura biodinamica.

La vendemmia viene effettuata a mano e in cassetta per selezionare e raccogliere solo l’uva più sana e per portare in cantina grappoli perfettamente integri; l’uva viene vinificata nell’arco di poche ore per mantenere inalterata la qualità del prodotto.

 

 

1 – Vigna Gatti

2 – Vigna Battorella

3 – Rampone Alto

4 – Rampone basso

5 – Bulilia

6 – Vigna del Tasso

>7 – Vigne di Torchio

8 – Vigna di Matteo

9 – Vigna di Simonelli

10 – Vigne verso Spineto